© 2015 - 2020 Chalet Gabbiano All rights reserved. P.Iva.:01859900449 Viale T. Bergmark, isola pedonale nord 63064 Cupra Marittima (AP) ITALIA

Le Raccomandazioni

Per prevenire il contagio e limitare il rischio

di diffusione del nuovo coronavirus è

fondamentale la collaborazione e l’impegno

di tutti a osservare alcune norme igieniche.

Nel Dpcm pubblicato in Gazzetta ufficiale il 4

marzo è chiesto a scuole, università e uffici

pubblici di esporre le seguenti misure di

prevenzione igienico sanitarie, e ai sindaci e

alle associazioni di categoria di promuoverne

la diffusione anche negli esercizi commerciali

(dalle farmacie ai supermercati).

Le raccomandazioni

Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di

mettere a disposizione in tutti i locali

pubblici, palestre, supermercati, farmacie e

altri luoghi di aggregazione, soluzioni

idroalcoliche per il lavaggio delle mani.

Evitare il contatto ravvicinato con persone

che soffrono di infezioni respiratorie acute.

Evitare abbracci e strette di mano.

Mantenimento, nei contatti sociali, di una

distanza interpersonale di almeno un metro.

Igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in

un fazzoletto evitando il contatto delle mani

con le secrezioni respiratorie).

Evitare l'uso promiscuo di bottiglie e

bicchieri, in particolare durante l'attività

sportiva.

Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.

Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o

tossisce.

Non prendere farmaci antivirali e antibiotici,

a meno che siano prescritti dal medico.

Pulire le superfici con disinfettanti a base di

cloro o alcol.

Usare la mascherina solo se si sospetta di

essere malati o se si presta assistenza a

persone malate.

Perché le raccomandazioni di distanziamento

L'Istituto superiore di sanità (Iss) sottolinea

che queste misure di distanziamento sociale

"hanno lo scopo di evitare una grande

ondata epidemica, con un picco di casi

concentrata in un breve periodo di tempo

iniziale che è lo scenario peggiore durante

un'epidemia per la sua difficoltà di gestione".

"Nel caso del coronavirus - spiega l'Iss -

dobbiamo tenere conto, inoltre, che l'Italia ha

una popolazione anziana, peraltro molto più

anziana di quella cinese, e bisogna

proteggerla il più possibile da contagi. Le

misure indicate dalle autorità quindi vanno

seguite nella loro totalità".

Chalet & Ristorante
pdf
© 2015 - 2020 Chalet Gabbiano All rights reserved. P.Iva.:01859900449

Le Raccomandazioni

Per prevenire il contagio e limitare il rischio di diffusione del nuovo

coronavirus è fondamentale la collaborazione e l’impegno di tutti a

osservare alcune norme igieniche. Nel Dpcm pubblicato in Gazzetta

ufficiale il 4 marzo è chiesto a scuole, università e uffici pubblici di esporre

le seguenti misure di prevenzione igienico sanitarie, e ai sindaci e alle

associazioni di categoria di promuoverne la diffusione anche negli esercizi

commerciali (dalle farmacie ai supermercati).

Le raccomandazioni

Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i

locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di

aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.

Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni

respiratorie acute.

Evitare abbracci e strette di mano.

Mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di

almeno un metro.

Igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il

contatto delle mani con le secrezioni respiratorie).

Evitare l'uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante

l'attività sportiva.

Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.

Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce.

Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti

dal medico.

Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.

Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta

assistenza a persone malate.

Perché le raccomandazioni di distanziamento

L'Istituto superiore di sanità (Iss) sottolinea che queste misure di

distanziamento sociale "hanno lo scopo di evitare una grande ondata

epidemica, con un picco di casi concentrata in un breve periodo di tempo

iniziale che è lo scenario peggiore durante un'epidemia per la sua difficoltà

di gestione". "Nel caso del coronavirus - spiega l'Iss - dobbiamo tenere

conto, inoltre, che l'Italia ha una popolazione anziana, peraltro molto più

anziana di quella cinese, e bisogna proteggerla il più possibile da contagi.

Le misure indicate dalle autorità quindi vanno seguite nella loro totalità".

Chalet & Ristorante

pdf